top of page
Cantiere sporco

Gestione Cantieri

FORMAZIONE_Sicurezza.jpg

La società offre servizi di consulenza a copertura di tutti gli adempimenti previsti dal D.Lgs 81/08 Tit. IV (cantieri temporanei e mobili) con l'espletamento di tutti gli incarichi previsti quali Coordinatore per la Sicurezza in fase di Progettazione (CSP), Coordinatore per la Sicurezza in fase di Esecuzione (CSE), Responsabile Lavori (RL) e Direzione Lavori (DL).

Chi è il CSP/CSE?

La figura del Coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione (CSE) è estremamente importante nell’ambito dei cantieri edili (temporanei o mobili) per ridurre dei rischi, per aumentare la sicurezza e salvaguardare la salute dei lavoratori.

Viene, infatti, incaricato dal Committente o dal Responsabile dei lavori (cioè dal soggetto che vuole l’opera realizzata o dalla persona da esso incaricata per lo svolgimento dei propri compiti) per garantire la coordinazione tra le imprese impegnate nei lavori.

 

La figura del Coordinatore per la sicurezza assume oggi due funzioni, che possono eventualmente essere ricoperte anche da due professionisti diversi:

  1. La prima è Coordinatore per la Sicurezza in fase di progettazione (CSP), che svolge i suoi compiti in fase di progettazione dell’opera dei lavori;

  2. La seconda è il Coordinatore per la Sicurezza in fase di esecuzione (CSE), che svolge i suoi compiti in fase di realizzazione dell’opera.

Nello specifico il CSP/CSE ha il compito di:

  • Coordinare e controllare l’applicazione delle disposizioni e delle procedure di lavoro da parte delle imprese esecutrici e dei lavoratori autonomi;

  • Controllare l’idoneità del piano operativo di sicurezza (POS) e gli adeguamenti dei rispettivi POS delle imprese esecutrici;

  • Conformare il piano di sicurezza e di coordinamento per migliorare la sicurezza nel cantiere e le eventuali modifiche intervenute dei lavori, valutando le proposte delle imprese esecutrici;

  • Organizzare tra i datori di lavoro, ivi compresi i lavoratori autonomi, la cooperazione ed il coordinamento delle attività nonché la loro reciproca informazione;

  • Verificare l’attuazione di quanto previsto negli accordi tra le parti sociali al fine di realizzare il coordinamento tra i rappresentanti della sicurezza finalizzato al miglioramento della sicurezza in cantiere;

  • Segnalare, al committente o al responsabile dei lavori, eventuali trasgressioni alle disposizioni del testo unico sulla sicurezza e alle prescrizioni del PSC, dopo aver inviato la contestazione scritta alle imprese e ai lavoratori autonomi interessati

  • Sospendere i lavori in caso di pericolo grave fino alla verifica degli avvenuti adeguamenti effettuati dalle imprese interessate.

bottom of page